L’ASTRONAUTA

Stefano D'ambrosio - L'astronauta

DESCRIZIONE

Questa è una storia, scritta, raccontata e illustrata da Stefano D’Ambrosio, che parla di cambiamenti e di integrazione.

Ogni bambino (e ogni adulto) nella propria vita si trova ad affrontare moltissimi luoghi inesplorati, dove inevitabilmente si incontrano persone e cose nuove.

Proprio per questo tutti hanno un po’ paura quando si imbattono in un cambiamento; spesso si cerca di “fare una buona impressione” e questo porta, a volte, a non essere se stessi, con i propri interessi e passioni e a cercare di diventare più simili agli altri, secondo un modello prestabilito, perdendo la propria unicità.

Il protagonista del racconto, Roberto, si trova davanti a un cambiamento importante e cerca gli strumenti per affrontarlo sebbene abbia già tutto quello che gli serve: se stesso.

Buona lettura

COMMENTI

Una bella storia sull’integrazione – Cambiamento, integrazione, accettazione del nuovo. L’autore in poche pagine racconta come un bambino, attraverso i suoi disegni, vive un cambiamento importante…

AUTORE

Ciao, sono Stefano e sono nato a Carpi, una cittadina della Pianura padana, nel dicembre del 1983. Mi ritengo una persona abbastanza curiosa. Tecnologicamente parlando e verso le persone. In più mi son sempre divertito a fare qualche disegno, mi è sempre piaciuto molto cercar di creare e trasmettere qualcosa di me.

La curiosità mi ha portato a diventare un tecnico elettronico. Poi, dopo svariati anni e qualche peripezia, mi sono laureato in “Scienze della formazione” a Bologna come animatore socioeducativo.

Durante il mio cammino universitario ha avuto un ruolo importante il volontariato svolto come clown di corsia presso VipModena Onlus, in cui ho fatto il formatore per molti anni. Importante perché è stata un’esperienza altamente istruttiva per me, mi ha permesso di approfondire molti aspetti delle persone, dei gruppi, delle interazioni sociali, ma soprattutto dei sorrisi.

Dopo la triennale a Bologna ho cercato un modo per conciliare i miei interessi: la formazione (fatta però con uno spirito differente, più informale, divertente, tenendo però sempre ben saldi i punti chiave della didattica) e la tecnologia. Così sono approdato a un master universitario in “Metodi e tecnologie dell’e-learning” presso l’Università di Firenze.

E ora? E ora mi occupo di e-learning, ma sono anche tornato all’Università di Bologna per finire il mio percorso di studi con un corso di laurea magistrale in “Scienze dell’educazione permanente e della formazione continua”.

Parallelamente continuo a disegnare e a curiosare qua e là cercando sempre nuove ispirazioni.

Ho pubblicato, nel 2012, con edida il mio primo racconto: “Il coraggio di Emilia”.

E se volete sapere qualcosa in più su di me, ecco il mio sito internet: www.stefanodambrosio.net