• Il paesaggio agrario nella Toscana del Medioevo 20 Febbraio 2019
      Il paesaggio agrario nella Toscana del Medioevo La Toscana offre una ricchissima varietà di paesaggi naturali o frutto del lavoro dell’uomo: percorrendo la regione lungo il litorale o risalendo il corso dei principali fiumi dalla foce verso la sorgente, oppure scendendo lungo le valli più interne il paesaggio muta continuamente nello spazio di poche decine […]
    • Maremma 18 Febbraio 2019
      Roselle, l'area archeologica della città etrusco romana Cosa, l'area archeologica e il Portus Cusanus Istia d'Ombrone Scarlino, la rocca pisana L'abbazia di San Salvatore e la leggenda di re Rachis Abbadia San Salvatore, il borgo medievale Lungo la via del Montecucco: Cinigiano e il Castello di Porrona Sulla via del Montecucco: da Paganico ad Arcidosso […]
    • Voglia d’estate, voglia di “Frissoglia” 16 Febbraio 2019
      Piatti tipici della tradizione toscana: storia e ricette
    • Chianti 14 Febbraio 2019
      Sulla via del vino: il castello di Montegufoni Sulla via del vino: il castello di Volpaia Un itinerario fotografico: sulla via del vino da Poppiano a Montespertoli Tra le verdi colline del Chianti:  Castello di Tignano Le meraviglie del passo di Coltibuono San Romolo a Gaville e lungo le colline del Chianti San Gusmè La […]
    • tuttatoscanalibri.com 13 Febbraio 2019
      Gentili Lettori, nel menù compare ultimamente l’etichetta “da leggere“ in sostituzione di “tuttatoscanalibri”, il blog a cui si può accedere sia dalla rivista sia tramite indirizzo (tuttatoscanalibri.com). Come indicato in corrispondenza della sua nascita, ormai quasi un anno fa, il blog vuole essere un servizio per chi cerca di districarsi in questo grande mare che…
    • Valdambra: da Bucine alle sorgenti dell’Ombrone 12 Febbraio 2019
      In Val d’Ambra, castelli e abbazie In Valdambra: il castello di Cennina Galleria foto Castello di Cennina In Valdambra Badia Agnano e Badia a Ruoti La pieve di Galatrona e le opere dei della Robbia Vicissitudini di un’abbazia: Abbadia a Monastero d’Ombrone
    • Casentino 10 Febbraio 2019
      l Pratomagno Casentino da scoprire: la pieve di San Martino a Vado Casentino da scoprire: il castello di Castel san Niccolò Casentino da scoprire: San Michele Arcangelo a Cetica In Casentino: Castel Focognano In Casentino: la pieve di Sant'Antonino a Socana Il castello di Romena fra poesia e leggenda Omaggio a Dante nel 750° della […]
    • La Toscana dei castelli 8 Febbraio 2019
      Castelli in Toscana: Aghinolfi Casenovole Castel Focognano Castel San Niccolò Cennina Carmignano Malgrate Montalto Montarrenti Motegufoni Montemassi Piagnaro Porrona Rocca di Crevole Rocca San Silvestro Romena Sarteano Scarlino Suvereto Trebbio Verrucole Articoli correlati: Donne e castelli…delitti e congiure Castel di Pietra e la leggenda della Pia Galleria foto: Castelli di Toscana
    • Francigena 5 Febbraio 2019
      Francigena in Toscana Itinerario di Sigerico: il tracciato della via Francigena nella Toscana dell’anno 1000 Luoghi e paesaggi della via Capire il paesaggio della via Francigena in Toscana (prima parte) Capire il paesaggio della via Francigena in Toscana (seconda parte) Bagni termali lungo la via Francigena Lungo la Francigena in Toscana: da Lucca a Luni […]
    • Tre dolci tipici di Carnevale 3 Febbraio 2019
      Dolci tipici di Carnevale: Un dolce Berlingozzo per il prossimo Berlingaccio Carnevale: è tempo di Schiacciata alla fiorentina I cenci dell'Artusi

Corti e… fantastici – Salvina Pizzuoli

Edida - Salvina Pizzuoli - Corti e fantastici 2016

È stato pubblicato “Corti e… fantastici” di Salvina Pizzuoli: un volume di racconti brevi che propone in chiave ironica fatti e misfatti del quotidiano spesso disarmonico e frustrante ma anche spassoso e imprevedibile.

Quotidianità inusuali e straordinarie, in una dimensione parallela, dove tutto è (o appare) possibile e anche i gatti sono protagonisti.

 

PER ACQUISTARE:

:: Amazon

 

COMMENTI

Leggendo questi racconti in un flash sono stata trasportata nel mondo narrativo e da lettrice mi sono trasformata in personaggio, protagonista e ne ho provato le sensazioni, i pensieri, le emozioni. L’arte di Salvina Pizzuoli, come ho potuto notare leggendo anche “Quattro donne e una cucina” e “Nell’altro giardino”, sta proprio nella capacità di trasmettere emozioni, dare loro voce, di trasformare la parola in chiave magica che apre la porta del tesoro chiuso dentro la mente ed il cuore. Ho provato la tollerante calma di Alessandro nel racconto Privacy, che ci può essere tanto utile per contrastare l’arroganza che incontriamo ogni giorno. Ho sperimentato la fragilità dell’anziano nel Risveglio che ci può aiutare ad essere amorevoli ed empatici nell’assistenza dei nostri vecchietti. Ho sentito tanta tenerezza per la solitudine della protagonista di Uggia e nello stesso tempo sono stata contagiata dalla sua serenità. Tanti altri sentimenti si possono sperimentare negli altri 14 racconti….LEGGETELI!

Racconti brevi si alternano a storie più ampie i cui confini si perdono nell’immaginario e nel fantastico. Gradevole alternanza di sprazzi e ritagli di quotidianità. Un patchwork divertente e amaro, uno sguardo ironico sulle vicende di tutti i giorni.


Prima di scrivere questa recensione,ho voluto rileggere ancora una volta questi racconti e vi ho ritrovato la piacevolezza che avevo provato alla prima lettura.E’ straordinario come l’autrice riesca a comunicare emozioni diverse ,a seconda del tipo di racconto, che appaiono però comprensibili ad ognuno di noi. Chi non ha avuto una giornata illuminata da una gentilezza o da un sorriso come la protagonista di “Uggia”? E che dire del delizioso bozzetto che disegna i gatti individuandone le caratteristiche a partire dalla loro posizione sociale? Ad un’amante dei gatti quale sono,sono stata deliziata da questo racconto come da quello che conclude il libro.E potrei continuare ad elencare tutte le altre emozioni espresse nei restanti racconti :l’imbarazzo ed il disagio dal parrucchiere o il dolore provato verso una donna che non ha un nome ma che si è insinuata in una vita fino ad allora serena.Racconti scritti usando una lingua non banale,elegante con un piacevole senso antico.Un libro da segnalare perché arricchisce veramente.


Mi basta una semplice parola per descrivere questo lavoro: delizioso. Seguo già l’autrice dalla sua prima uscita con “Quattro donne e una cucina” e trovo che qui si riscontrino in pieno indole e caratteristiche principali che avevo già avuto modo di apprezzare a suo tempo, grazie!!


Tanti racconti tra normalità e bizzarria, storie brevi o ai confini della realtà, momenti del quotidiano raccontati in modo leggero ma attento, scorrevole e accattivante, insieme a deliziose storie di gatti. Mi è piaciuto molto e ne consiglio la lettura.

 

AUTORE

Salvina Pizzuoli, docente di materie letterarie, scrive articoli, recensioni, saggi su riviste e quotidiani. Sebbene prevalentemente si occupi di saggistica e dintorni si è dilettata in escursioni in territorio narrativo con una raccolta di racconti e un romanzo breve, ma anche con un testo tra narrativa e saggistica “Quattro donne e una cucina“, pubblicato da Edida dopo aver vinto il concorso di Prosa e Poesia. Da allora collabora attivamente sia curando la rubrica “Lettere all’Autore” sia come responsabile della Redazione. Si occupa inoltre della rivista online tuttatoscana.net, a cura di Alessandro Ferrini, dove pubblica anche vari articoli a carattere storico e letterario.