• Carnevale: è tempo di Schiacciata alla fiorentina 22 Gennaio 2019
      “Dolce antichissimo” scriveva Aldo Santini ne La cucina fiorentina: Storia e ricette. “Accompagnava il Carnevale. E a differenza di tutte le altre schiacciate toscane confezionate per la Pasqua, che son tutte alte, questa è bassa” aggiungeva prima di fornire la ricetta. In effetti se non fosse bassa, in questo caso circa due centimetri e mezzo, non…
    • Pisa e dintorni 20 Gennaio 2019
      Pisa e dintorni: Articoli relativi a "Pisa e dintorni" Pisa e l'Arno: storia e geografia di un antico sistema portuale L'antico attracco e la basilica di San Piero a Grado Abbazia di San Savino a Montione La pieve di Calci Vico Pisano: per le vie del borgo medievale Galleria foto di Vico Pisano S. Jacopo […]
    • Lunigiana 17 Gennaio 2019
      Lunigiana: In Lunigiana: il castello di Malgrate e il borgo murato di Filetto In Lunigiana: la pieve di Santo Stefano e "Il guerriero" di Sorano Castel Aghinolfi in Lunigiana A Codiponte in Lunigiana: un’antica pieve Il castello del Pignaro e il Museo delle stele (Parte prima: Il castello del Piagnaro) Il castello del Piagnaro e […]
    • Itinerari a piedi in Toscana 15 Gennaio 2019
      Itinerari a piedi in Toscana Un itinerario a piedi sulla Via degli Dei Un itinerario a piedi illustrato: da Buonsollazzo a Monte Senario Un itinerario a piedi: Petroio, Rincine, Fornace, Caiano Da Tagliaferro a Buonsollazzo: un altro tratto della Via degli Dei A Grosseto in giro per le mura medicee Camminare in Toscana: la Comunità […]
    • Il Pantheon degli Etruschi 11 Gennaio 2019
      Il Pantheon degli Etruschi Le divinità etrusche Livio definiva il popolo di Veio di gran lunga il più religioso  eo magis dedita religionibus, quod excelleret arte colendi eas (Ab Urbe condita, V, 1). Gli Etruschi furono sicuramente tra i popoli italici i primi a costruire un’immagine antropomorfa degli dei, probabilmente influenzati dai contatti con il mondo […]
    • Gli stabilimenti della Società Metallurgica Italiana di Campotizzoro 9 Gennaio 2019
      Gli stabilimenti della Società Metallurgica Italiana di Campotizzoro Archeologia industriale in Toscana Lo stabilimento in piena attività (foto d'epoca) L’abbondanza di corsi d’acqua con notevole pendenza, di legname e la produzione di carbone della Montagna Pistoiese avevano favorito la lavorazione del ferro e dei suoi derivati già a partire dalla seconda metà del XIX secolo, […]
    • San Gusmè 6 Gennaio 2019
      Siamo a San Gusmè un piccolo borgo murato a pochi chilometri da Castelnuovo Berardenga in provincia di Siena. È situato sul collo del monte presso le prime sorgenti dell’Ombrone sanese, sulla strada rotabile che da Siena guida a San Gusmè, già detto in Campi, ch’ebbe e conserva il nome dell’antica sua chiesa parrocchiale San Cosimo in…
    • Vicissitudini di un’abbazia: Abbadia a Monastero d’Ombrone 3 Gennaio 2019
      Abbadia a Monastero d’Ombrone Conosciuta anche con il nome di Abbadia della Berardenga nella valle dell’Ombrone senese o come in origine di San Salvatore e Alessandro di Fontebuona a Campi sopra il torrente Coggia, a pochi chilometri da Castelnuovo Berardenga, ha una storia antica e molto travagliata. Oggi si presenta imponente nella vastità degli edifici […]
    • I top ten di dicembre 2018 1 Gennaio 2019
        I 10 articoli più letti nel mese di dicembre 2018     Dolci tipici toscani, la loro storia e le loro ricette La battaglia di Montaperti fra storia e leggende Firenze in antiche mappe Piatti tipici toscani, la loro storia e le loro ricette Santa Maria Novella a Firenze: storia di un’antichissima spezieria Quattro…
    • La genesi del paesaggio classico (quinta parte) 1 Gennaio 2019
      Dalle fonti antiche e secondo l’osservazione dell’antropologo Con particolare riguardo al paesaggio toscano di Giovanni Caselli Rosa di Damasco o bifera Per quanto riguarda i fiori del giardino vi erano diverse varietà di rose, come la famosa rosa di Damasco (Rosa bifera), altre varietà venivano dal Caucaso e dalla Persia. Erano famosi i giardini di […]

Archivi

BLEAH, le verdure NO! – Stefano D’Ambrosio

BLEAH, le verdure NO! - Stefano D'Ambrosio - edida

“Una storia per tutti coloro che scoprono gusti nuovi” Questa storia affonda le radici nella diversità, nasce da una paura per poi sbocciare in una moltitudine di possibilità. Gioco con il pretesto delle verdure per analizzare un tema che sembra semplice ma che, in realtà, porta alla luce i soliti stereotipi e la paura di ciò che è differente da noi. Attraverso l’esempio dei gusti così differenti l’uno dall’altro, punto l’attenzione su quelle diversità che, guardandosi intorno, sembrano perdersi, salvo poi ritrovarle quando conosciamo le persone per quello che realmente sono. È anche la storia di un’amicizia non simbiotica che ha la propria forza nel sostegno reciproco e nella capacità di completarsi a vicenda grazie alla diversità. Non mi resta che augurarvi buona lettura!  …

L’astronauta – Stefano D’Ambrosio

Stefano D'ambrosio - L'astronauta - edida
Questa è una storia, scritta, raccontata e illustrata da Stefano D'Ambrosio, che parla di cambiamenti e di integrazione. Ogni bambino (e ogni adulto) nella propria vita si trova ad affrontare moltissimi luoghi inesplorati, dove inevitabilmente si incontrano persone e cose nuove. Proprio per questo tutti hanno un po' paura quando si imbattono in un cambiamento; spesso si cerca di "fare una buona impressione" e questo porta, a volte, a non essere sé stessi, con i propri interessi e passioni e a cercare di diventare più simili agli altri, secondo un modello prestabilito, perdendo la propria unicità. Il protagonista del racconto, Roberto, si trova davanti a un cambiamento importante e cerca gli strumenti per affrontarlo sebbene abbia già tutto quello che gli serve: sé stesso. Buona...

Il coraggio di Emilia – Stefano D’Ambrosio

Il coraggio di Emilia - Stefano D'Ambrosio - edida

Questo racconto, scritto e illustrato da Stefano D’Ambrosio, nasce dal bisogno di mostrare qualcosa di diverso, nasce dagli eventi accaduti in Emilia e nelle zone limitrofe il 20 e il 29 maggio, nasce dalla terra che trema e dalla paura che la terra possa continuare a tremare ancora e ancora. Ma questa storia non parla di paura, parla di coraggio, parla di bambini, parla di fantasia e parla di affetto. Vuole essere un sorriso per tutti quelli che hanno vissuto momenti terribili, grandi e piccini, e proprio attraverso gli occhi della piccola protagonista del racconto questi momenti possono essere trasformati rivelando le cose più importanti. Il racconto è disponibile, gratuitamente, in vari formati.   PER SCARICARE: :: Formato PDF :: Formato ePub :: Formato Slideshare…