• Carnevale: è tempo di Schiacciata alla fiorentina 22 Gennaio 2019
      “Dolce antichissimo” scriveva Aldo Santini ne La cucina fiorentina: Storia e ricette. “Accompagnava il Carnevale. E a differenza di tutte le altre schiacciate toscane confezionate per la Pasqua, che son tutte alte, questa è bassa” aggiungeva prima di fornire la ricetta. In effetti se non fosse bassa, in questo caso circa due centimetri e mezzo, non…
    • Pisa e dintorni 20 Gennaio 2019
      Pisa e dintorni: Articoli relativi a "Pisa e dintorni" Pisa e l'Arno: storia e geografia di un antico sistema portuale L'antico attracco e la basilica di San Piero a Grado Abbazia di San Savino a Montione La pieve di Calci Vico Pisano: per le vie del borgo medievale Galleria foto di Vico Pisano S. Jacopo […]
    • Lunigiana 17 Gennaio 2019
      Lunigiana: In Lunigiana: il castello di Malgrate e il borgo murato di Filetto In Lunigiana: la pieve di Santo Stefano e "Il guerriero" di Sorano Castel Aghinolfi in Lunigiana A Codiponte in Lunigiana: un’antica pieve Il castello del Pignaro e il Museo delle stele (Parte prima: Il castello del Piagnaro) Il castello del Piagnaro e […]
    • Itinerari a piedi in Toscana 15 Gennaio 2019
      Itinerari a piedi in Toscana Un itinerario a piedi sulla Via degli Dei Un itinerario a piedi illustrato: da Buonsollazzo a Monte Senario Un itinerario a piedi: Petroio, Rincine, Fornace, Caiano Da Tagliaferro a Buonsollazzo: un altro tratto della Via degli Dei A Grosseto in giro per le mura medicee Camminare in Toscana: la Comunità […]
    • Il Pantheon degli Etruschi 11 Gennaio 2019
      Il Pantheon degli Etruschi Le divinità etrusche Livio definiva il popolo di Veio di gran lunga il più religioso  eo magis dedita religionibus, quod excelleret arte colendi eas (Ab Urbe condita, V, 1). Gli Etruschi furono sicuramente tra i popoli italici i primi a costruire un’immagine antropomorfa degli dei, probabilmente influenzati dai contatti con il mondo […]
    • Gli stabilimenti della Società Metallurgica Italiana di Campotizzoro 9 Gennaio 2019
      Gli stabilimenti della Società Metallurgica Italiana di Campotizzoro Archeologia industriale in Toscana Lo stabilimento in piena attività (foto d'epoca) L’abbondanza di corsi d’acqua con notevole pendenza, di legname e la produzione di carbone della Montagna Pistoiese avevano favorito la lavorazione del ferro e dei suoi derivati già a partire dalla seconda metà del XIX secolo, […]
    • San Gusmè 6 Gennaio 2019
      Siamo a San Gusmè un piccolo borgo murato a pochi chilometri da Castelnuovo Berardenga in provincia di Siena. È situato sul collo del monte presso le prime sorgenti dell’Ombrone sanese, sulla strada rotabile che da Siena guida a San Gusmè, già detto in Campi, ch’ebbe e conserva il nome dell’antica sua chiesa parrocchiale San Cosimo in…
    • Vicissitudini di un’abbazia: Abbadia a Monastero d’Ombrone 3 Gennaio 2019
      Abbadia a Monastero d’Ombrone Conosciuta anche con il nome di Abbadia della Berardenga nella valle dell’Ombrone senese o come in origine di San Salvatore e Alessandro di Fontebuona a Campi sopra il torrente Coggia, a pochi chilometri da Castelnuovo Berardenga, ha una storia antica e molto travagliata. Oggi si presenta imponente nella vastità degli edifici […]
    • I top ten di dicembre 2018 1 Gennaio 2019
        I 10 articoli più letti nel mese di dicembre 2018     Dolci tipici toscani, la loro storia e le loro ricette La battaglia di Montaperti fra storia e leggende Firenze in antiche mappe Piatti tipici toscani, la loro storia e le loro ricette Santa Maria Novella a Firenze: storia di un’antichissima spezieria Quattro…
    • La genesi del paesaggio classico (quinta parte) 1 Gennaio 2019
      Dalle fonti antiche e secondo l’osservazione dell’antropologo Con particolare riguardo al paesaggio toscano di Giovanni Caselli Rosa di Damasco o bifera Per quanto riguarda i fiori del giardino vi erano diverse varietà di rose, come la famosa rosa di Damasco (Rosa bifera), altre varietà venivano dal Caucaso e dalla Persia. Erano famosi i giardini di […]

Addio a Ulisse – Giovanni Dell’Olivo, Mauro Moretti

Addio a Ulisse - Giovanni Dell’Olivo, Mauro Moretti - Edida

“Addio a Ulisse”: fumetto, opera teatrale e musicale.

“Addio a Ulisse” nasce come opera di teatro canzone di Giovanni Dell’Olivo, che propone una rivisitazione originale del mito omerico dell’Odissea, fondendo in un unicum narrativo gesti, parole recitate e canzoni interpretate dall’autore e dal Collettivo di Lagunaria.

PER ACQUISTARE:

La musica attinge prevalentemente alla tradizione folk mediterranea ma anche alle sonorità contemporanee, ed è edita e distribuita anche su Amazon, come prodotto discografico, da Alfa Music.

Lo spettacolo sviluppa per canoni narrativi il tema dell’abbandono: la storia di Ulisse è raccontata, attraverso un intreccio narrativo, dalla voce narrante di un aedo-clochard, dalle canzoni di un gruppo di artisti di strada (il Collettivo di Lagunaria) e dai disegni di Mauro Moretti nello spazio di una fermata di metropolitana di una grande città a un pubblico di avventori indifferenti della stazione. Il punto di vista sviluppato è quello delle figure femminili che vedono in Ulisse l’amore irrisolto da cui sono abbandonate nel corso del viaggio. Attraverso le nove canzoni originali composte per lo spettacolo, ogni donna è descritta come archetipo dei vari tipi di amore femminile, da quello irruento e adolescenziale di Nausicaa, a quello passionale e disperato di Calipso, a quello sfaccettato e disinteressato di Circe, a quello rivendicativo e “coniugale” di Penelope. All’abbandono in chiave sentimentale e soggettiva si contrappone quello sociale, che è rappresentato dalla vicenda esistenziale dell’aedo (a incarnare metaforicamente sia Omero, sia Ulisse alla fine del viaggio), poeta e artista travolto dalla propria personale odissea di degrado ed emarginazione di fronte a una massa omologata e indifferente.

Dalle tavole di Mauro Moretti nasce l’idea di pubblicare, grazie al coraggio visionario di un editore non convenzionale e forse per questo veramente moderno, Stefano Angelo, l’edizione a fumetti dell’opera, con poche tavole aggiuntive rispetto all’originale messa in scena, necessarie per fluidificare il racconto.

Per una resa ottimale si consiglia la lettura del libro in contemporanea con l’ascolto dell’omonimo disco (disponibile in formato CD o MP3).

 

AUTORE

Ciao, sono Mauro Moretti. Sono nato a Milano nel 1958. Appassionato di disegno fin da bambino. Proprio per questo, finite le scuole dell’obbligo, mi sono iscritto al liceo artistico e nel frattempo portavo in giro, per case editrici, i miei primi disegni e i miei primi fumetti. Un bel giorno la Mondadori, nella sua rivista IL MAGO, pubblica il mio primo lavoro. Un racconto a fumetti. Da lì ho iniziato il mio percorso professionale che mi ha portato a collaborare con il Corriere dei piccoli, Tutto Musica, Spettacolo, Boy music e molte altre testate editoriali. Mi sono anche occupato della realizzazione di copertine di giochi (il più famoso dei quali il restyling di Risiko), storyboard e illustrazioni per importanti agenzie di pubblicità. Ho realizzato video a fumetti per due canzoni di Roberto Vecchioni. Da qualche anno porto in giro per teatri il mio spettacolo Vedere la musica durante il quale realizzo dal vivo illustrazioni sulle basi di musiche e canzoni.